domenica 29 giugno 2014

30 giugno 2014: SS. PROTOMARTIRI ROMANI

INVOCAZIONE AI SS PROTOMARTIRI

Gloriosi Protomartiri, che sacrificaste la vostra vita per la gloria di Cristo Signore, vogliate intercedere presso il trono dell'Altissimo per tutti noi Cristiani; affinchè i nostri pensieri, le nostre parole e le nostre opere divengano sempre più conformi al Santo Vangelo. Vi affidiamo, in particolare, i Cristiani separati dalla sede del successore di Pietro e, soprattutto, i Cristiani perseguitati nel mondo. Vi conceda l'Eterno imperitura gloria. In terra e in Cielo. 
Per Cristo, nostro Maestro, Signore e Redentore. Amen.




Pecore al macello dietro al FALSO pastore (by Angels)


INVOCAZIONE AI SS. PIETRO E PAOLO

Gloriosi martiri Pietro e Paolo, patroni di Roma, nel giorno solennemente a voi dedicato, vi affidiamo i Pastori della Chiesa di Cristo, affinchè sappiano condurre, con la Parola e con l'esempio, il popolo di Dio a Cristo, che è via, verità e vita eterna. Lo chiediamo per Cristo, nostro Signore e per Maria, Sua SS. Madre. Così sia.


sabato 28 giugno 2014

La VERA amicizia...


(per ingrandire, cliccare sull'imagine) 

La frase che S. Bernadette disse prima di morire


Bergoglio E CHI LO SEGUE: all'INFERNO


(per ingrandire, cliccare sull'immagine)

Naturalmente, preghiamo per le loro anime sviate.

LE TENTAZIONI SI POSSONO VINCERE (GPaoloII)


L'EGOISMO spinge i giovani a non credere


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

(Ben. XVI - "Quando vi sentirete tristi...


(Dalla Bibbia) - "L'empio è preda delle sue...


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

(Dalla Bibbia) "La via dello stolto...


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

venerdì 27 giugno 2014

Il Sacro Cuore di Gesù

"Nostro Signore desidera che il Suo Sacro Cuore sia adorato, 
per rinnovare nelle anime gli effetti della Redenzione".
(Santa Margherita Maria Alacoque)







"Gli uomini voltano le spalle..." (Padre Pio)


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

SOS dal Purgatorio - Per Giorgio (Gaber) 27 giugno 2014

Questa notte (anzi, stamattina presto) ho sognato l’artista Giorgio Gaber.
Indossava giacca e pantaloni neri. E una camicia bianca (senza cravatta). Nel sogno, non portava il cappello. Aveva l’aspetto di uno che ha sofferto molto.
E anche il completo che indossava, aveva l’aria molto “vissuta” (appariva consumato e irrigidito dal freddo). Nel basso Purgatorio, per chi non lo sapesse, vi sono regioni purgative in cui si soffre il caldo, e altre in cui si soffre il freddo.
Mi ha detto di essere stato parecchi anni nel basso Purgatorio (dal 2003, anno della sua morte) dove ha sofferto molto. Non me ne ha spiegato i motivi (alcune anime lo fanno, altre no).
E che, ora, essendo finita la fase più dura della sua purgazione, si trova nel medio Purgatorio. Ha detto, poi,  con un largo sorriso, di essere molto contento di essersi salvato e di avere avuto il permesso di venire, in sogno, a chiedere suffragi ai viventi.
Per ringraziarmi delle preghiere che reciterò (e chiederò agli altri di recitare) Giorgio mi ha dedicato un pezzetto di una sua canzone (che io non ricordavo più) allegra. Dai versi ascoltati in sogno, ho trovato (tramite wikipedia) che il titolo della canzone in questione è “Trani a gogò”.
 Gaber ha scampato l’inferno, in quanto si è pentito, prima di morire.
Chiede preghiere per poter salire nell’alto Purgatorio, dove si soffre meno.
Chi lo ritiene, preghi con me. Dio vi compensi.

Naturalmente, preghiamo anche per TUTTE le anime purganti; in specie, per quelle che ricevono pochi suffragi.





  

giovedì 26 giugno 2014

LE FALSE RELIGIONI ESPONGONO A VESSAZIONE DIABOLICA

satana - infatti - tramite la pratica di riti che OFFENDONO LA VERITA'
(che è UNA SOLA: ossia la Verità predicata da Gesù Cristo) PROGRESSIVAMENTE si insinua nella vita delle persone che li praticano, con un GRADO di VESSAZIONE proporzionale al loro convincimento nel praticare tali riti blasfemi. Le persone in buona fede, vengono aiutate da Dio a pervenire alla verità, mediante la grazia (grazie anche alle preghiere e ai sacrifici di noi credenti in Cristo). Le persone che muoiono seguendo le FALSE religioni - ma che si sono sforzate di non compiere il male - nella vita oltremondana andranno in un (enorme) pianeta che ospita la vita eterna, un pianeta DIFFERENTE dal Paradiso dei Cristiani.
Lì, esse avranno un grado di gaudio e di gloria eterna MINORE, rispetto ai Santi e Beati Cristiani. Piaccia, oppure no.
Nella nuova epoca, (dopo i venienti flagelli) LE FALSE RELIGIONI NON VI SARANNO PIU'.
E la divinità di Gesù Cristo sarà riconosciuta su TUTTA la terra.
Come Dio desidera e com'è giusto che sia.


ASSASSINI OCCULTI


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

martedì 24 giugno 2014

San Giovanni Battista

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 1,1-8.
Inizio del vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio. 

(SAN GIOVANNI BATTISTA, Precursore di Gesù Cristo)

Come è scritto nel profeta Isaia: Ecco, io mando il mio messaggero davanti a te, egli ti preparerà la strada.
Voce di uno che grida nel deserto: preparate la strada del Signore, raddrizzate i suoi sentieri, si presentò Giovanni a battezzare nel deserto, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati.
Accorreva a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme.
E si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.
Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, si cibava di locuste e miele selvatico e predicava: «Dopo di me viene uno che è più forte di me e al quale io non son degno di chinarmi per sciogliere i legacci dei suoi sandali.
Io vi ho battezzati con acqua, ma Egli vi battezzerà con lo Spirito Santo».



San Giovanni Battista

"LE TAVOLE DELLA LEGGE, VANNO RISPETTATE!!!"

(SAN GIOVANNI BATTISTA, Precursore di Gesù Cristo)

Frase tratta dal Film di Zeffirelli






Mondiali: (arbitro) Rodriguez: VERGOGNATI!


(Per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

"Mi piace" MAI CLICCATI

Sul mio profilo facebook, ogni tanto mi ritrovo con una serie di "Mi piace" relativi a pagine da me MAI APPROVATE. 
Chi percepisce la mia buona fede, non ne tenga conto. Grazie.



SCATAFASCIO TOTALE

Se ho ben compreso quanto mi è giunto dal Cielo, tra flagelli e guerra nucleare, la terra diventerà INSERVIBILE.
I credenti in Cristo, e i non credenti VERAMENTE PENTITI (compresi quelli che si pentiranno - ma SUL SERIO! - all'ultimo momento) IN UN BATTER D'OCCHIO saranno innalzati dalla terra, indi saranno posti sulla terra "resettata" (rinnovata) dalla potenza di Dio.
I seguaci di satana (satanisti, massoni, compresi l'anticristo, Bergoglio e quelli che lo seguiranno nella falsa religione mondiale massonica) insomma tutti quelli che rifiutano Dio, Gesù Cristo e i 10 Comandamenti FINO ALL'ULTIMO ISTANTE DI VITA, periranno durante i venienti flagelli.
Per entrare non in Purgatorio, bensì all'inferno. Per l'eternità.
In prossimità dei suddetti eventi, di portata epocale, la PRIORITA' ASSOLUTA va data al RISPETTO DEI 10 COMANDAMENTI (di cui, i primi 3 - come sappiamo - riguardano Dio, e gli altri 7 riguardano
il prossimo).
Chi ha orecchie, intenda.      Allison Misti

Naturalmente, preghiamo incessantemente per la conversione degli ostinati.




sabato 21 giugno 2014

Vanità della sapienza umana (by Angels)


My mistycal experiences- Le ramanzine di Padre Pio

LE "RAMANZINE" DA PADRE PIO (in sogno – 1999 e 2011)

1)      LA MINIGONNA (1999)

La mia dolcissima e premurosa mamma terrena (passata alla vita eterna nel 2008)
Cattolica esemplare, mi ha insegnato a vestire sempre in maniera pudica e sobria.
Tuttavia, in quell’anno, io – dando ascolto ad una persona lontana da Dio – per compiacere questa persona, per un certo periodo indossai una gonna corta, con tacchi alti.
A parte il fatto che i tacchi alti mi causarono problemi alla circolazione delle gambe,  io non mi sentivo me stessa, soffrendone.  Ma non riuscivo a trovare la forza di non ascoltare quella persona.
Ad ogni modo, una notte sognai Padre Pio. Nel sogno, io camminavo per la strada (con gonna corta e tacchi alti) mentre Padre Pio procedeva nella direzione opposta alla mia. Si trattava di una strada del mio paese d’origine.
Giunto al momento in cui i nostri sguardi si sono incrociati, egli si è fermato e mi ha lanciato un’occhiataccia, dicendomi (con il pensiero, senza muovere la bocca) “Ma non ti vergogni, a conciarti in quel modo?!?!?”
Nel sogno, io provai prima sorpresa e poi, grande vergogna. Il sogno finì lì.
Poco tempo dopo, grazie a Dio e all’intercessione di Padre Pio, trovai finalmente la forza di allontanare quella persona dalla mia vita. Pregando, naturalmente, per la sua conversione.


2)      LA BULIMIA NERVOSA (2011)

In quel periodo, alcune colleghe di lavoro (mosse da invidia) tentarono di boicottare il mio lavoro,
causandomi un forte stress. Non sono mai stata una mangiona, ma – in quel frangente – iniziai ad ingurgitare quantità smodate di cibo; soprattutto di dolciumi.
Naturalmente, il mio peso lievitò. Cosicché, io – che ho sempre avuto una figura snella – giunsi a pesare ben 78 chili. Mi sentivo pesante. E sgraziata. Ogni azione era più faticosa che mai.
Tuttavia – malgrado i consigli del mio assennato figlio – non riuscivo a non ingozzarmi di roba.
Una notte, sognai l’amato Padre Pio. Egli si trovava in un refettorio conventuale.
Alle sue spalle c’era un affresco a tema sacro  (a forma di goniometro) .Egli si trovava su uno dei tre gradini (in cotto rosso) che portavano alle tavole con i banchi, dove i frati prendevano i pasti.
Io mi trovavo vicino ad uno dei tavoli. In piedi.
Con l’indice in alto – volto ad ammonire – e con sguardo accigliato, Padre Pio mi disse (muovendo la bocca; non col pensiero, come la volta di cui sopra)”OGNI CREDENTE, DEVE SAPER CONTROLLARE IL PROPRIO PASTO!!!” Dopodiché, disparve.  E il sogno, finì.
Da allora – con l’aiuto di mio figlio – mi misi a dieta e, anche se a fatica, riuscii a perdere ben 15 chili, tornando ad un peso accettabile.


Come vedete, dal Cielo vedono TUTTO. Nulla gli sfugge. Ciò, ci sia di sprone a ben comportarci.


giovedì 19 giugno 2014

Santa Maria Francesca dalle 5 Piaghe (Video)

https://www.youtube.com/watch?v=kgBr5KW-3Yo

PURGATORIO BAMBINI


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

PURGATORIO SPERICOLATI


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

Avvocati BUGIARDI


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

SOS dal Purgatorio - Lo squilibrato (18 giugno 2014)

Ad inviarmi questo sogno (con la permissione di Dio, naturalmente) è stato un uomo sui 40 anni, pelle chiara, occhi e capelli scuri (lisci). Portava spesso occhiali scuri, magro.
Indossava un completo nero con camicia bianca.
Quest’uomo mi ha detto che - per un certo periodo – egli terrorizzò la sua città, Detroit, sparando – a caso – alla gente, dalla sua grossa auto nera, in luoghi affollati; specialmente all’uscita delle scuole.
(quasi mai le anime purganti dicono il loro nome e/o la loro città di provenienza. Questo è uno dei pochi casi in cui l’anima purgante ha specificato la città in cui ha vissuto).
Costui aveva subito dei traumi affettivi (che non mi ha precisato) che gli avevano causato squilibrio mentale. Dopo alcuni anni, egli fu catturato dalle forze dell’ordine e passò il resto della sua vita in prigione.
Ha scampato l’inferno  pentendosi, mentre era in carcere.
E’ in Purgatorio da molto tempo. Chiede preghiere per poter salire in una regione purgativa dove si soffre meno. Chi lo ritiene, preghi  con me. Dio vi compensi.

Naturalmente, preghiamo anche per TUTTE le anime purganti; spec. per quelle che ricevono meno suffragi.


(la foto è puramente indicativa) 

martedì 17 giugno 2014

PRECISAZIONE SULLE PROTEZIONI DAI FLAGELLI

Come alcuni di voi sanno, ci si potrà proteggere dai flagelli, mettendo su porte (esterne) e finestre i Crocifissi di San Benedetto, mettendo in casa (e addosso) il Sigillo del Dio vivente ecc.
Urge, però, una precisazione:
queste tavole di salvezza, ci aiuteranno a rimanere in vita, durante i cataclismi e durante la guerra, ma non impediranno a Dio di PURIFICARCI CON IL NECESSARIO GRADO DI SOFFERENZA.
Infatti, ognuno soffrirà in base al suo status interiore.
Sarà questa purificazione a garantirci un posto nella nuova epoca, gioiosa e prospera.
Poichè nessun vizioso - per volontà di Dio - andrà ad insozzare la nuova epoca.
Quindi, PIU' RISPETTIAMO I 10 COMANDAMENTI, meno avremo da essere purificati.
Piaccia, oppure no.


domenica 15 giugno 2014

Inno alla SS. Trinità

Inno alla SS Trinità

Ave o eterno sovrano, Dio vivente, che esisti dall’eternità! Giudice tremendo e giusto, Padre sempre buono e misericordioso! A te sia resa nuova ed eterna supplica, lode, onore e gloria, per mezzo della tua Figlia vestita di sole, nostra ammirabile Madre! Amen. “Tu grande Mediatrice di grazie, - “Prega per noi”!

Ave, o Uomo - Dio immolato Agnello sanguinante, Re della pace, Albero della vita, tu nostro Capo, porta di ingresso al Cuore del Padre, Figlio eterno del Dio vivente, che con Colui che è, regni in eterno! A te sia data potenza, ora e nei secoli, e gloria e grandezza, e adorazione e riparazione e lode, Per mezzo della tua immacolata Genitrice, nostra ammirabile Madre! Amen. “Tu, fedele Mediatrice di grazie, - “Prega per noi!”

Ave, o Spirito dell’Eterno, sorgente inesauribile di santità, operante in Dio dall’eternità! Torrente del fuoco dal Padre al Figlio, Uragano impetuoso, che spiri forza, luce e fuoco nelle membra del Corpo mistico! Tu eterno incendio d’amore, Spirito di Dio che operi nei viventi, tu rosso torrente di fuoco che scorri eternamente vivo nei mortali, a te sia data gloria, potenza e bellezza ora e in tutta l’eternità per mezzo della Tua Sposa coronata di stelle, nostra ammirabile Madre! Amen. “Tu, Mediatrice di tutte le grazie: “Prega per noi”


Eterna gloria alla SS. Trinità!


My mistycal experiences - Quella volta che feci arrabbiare...

QUELLA VOLTA CHE FECI ARRABBIARE MARIA SS.    (1994 – in sogno)

Credo di essere una delle poche persone – al mondo – che hanno fatto arrabbiare Maria SS.
Malgrado le singolari esperienze da me vissute già nell’infanzia, in quel periodo (1994)  avevo un grave problema familiare. Purtroppo, invece di prendermela con me stessa e con le mie decisioni errate, commisi il grave errore di prendermela con Dio.
Fu così che iniziai a lamentarmi con Lui in continuazione, addossandoGli  le conseguenza dei MIEI sbagli. E non mi limitavo a lamentarmi, ma Lo apostrofavo anche in malo modo! Con termini che non oso ripetere. Molte volte al giorno. Ancora oggi, me ne vergogno e me ne dolgo tanto, con tutto quello che il Padre Celeste  ha fatto per me e per le persone a me care!
Fu così che una notte – in sogno – vidi arrivare davanti a me una sfera di luce, grande poco più di un’arancia.
Guardai quella strana luce, che si trovava a non più di un metro e mezzo da me.
Dopo qualche istante, la luce iniziò ad ingrandirsi, divenendo grande quanto un pallone da calcio; indi, iniziò a cambiare forma. Assunse, abbastanza velocemente, la forma di una ellissi (verticale). Infine, prese la forma della nota sagoma della Madonna; ingrandendosi, poi, fino a raggiungere la grandezza naturale di una persona. La luce iniziale era giallastra, ma la Figura finale era a colori. (all’epoca non annotavo i miei sogni, purtroppo; per cui, nel tempo, qualche dettaglio sfugge. Mi pare di ricordare che fosse vestita con i seguenti colori: verde scuro e rosso scuro. Aveva una corona d’oro in testa. Si presentò senza Bambinello). Era come una delle statue  a colori che raffigurano Maria SS. Solo che  – nel sogno – non era una statua. Era viva. Ella rimase sospesa ad un paio di metri dal suolo, e sotto i Suoi piedi si formò un cuscino di rose di vari colori. Appena il tutto si fu formato, Ella, guardò in basso, verso di me, e, corrugando leggermente le sopracciglia, e guardandomi con espressione alquanto infastidita,  con tono deciso, mi disse: “Devi smetterla di lamentarti continuamente! Ti lamenti sempre! Smettilia!”  Poi, mi fece capire che era molto dispiaciuta, per gli  orribili epiteti che continuavo a lanciare verso il Padre celeste. E mi intimò di smetterla.
Preciso che Ella non proferì alcuna minaccia, ma mi fece comprendere che le conseguenze, per me, sarebbero state gravi, se avessi seguitato con quello scempio.
Io rimasi esterrefatta. E non fui capace di “spiccicare” una sola parola, a mia difesa.
Il ché fu un bene. Poiché avevo TOTALMENTE torto.
Detto ciò, perdendo velocemente consistenza, l’immagine di Maria SS. (che io vedevo tridimensionale) svanì. E io rimasi sola. Al buio.
Il giorno dopo, raccontai il sogno a mia madre (anch’Ella viveva esperienze mistiche; ma non ne parlava mai. Neanche in famiglia. Nel 2008 è passata alla vita eterna, in odore di beatitudine).
Mia mamma rimase attonita, portandosi una mano sulla bocca, per lo stupore.
Con gli occhi sembrava dire: “te l’avevo detto, che dovevi smetterla!” ma non volle infierire.
Da quel giorno – grazie a Dio – cessai di inveire contro il Padre eterno; benchè la situazione familiare rimase grave per anni, poichè quella sofferenza era NECESSARIA  per il mio riavvicinamento  a Dio.
Desidero precisare – a tale proposito – che per allontanamento da Dio, nel mio caso non si deve intendere “fare la bella vita”, bensì prendermela con Lui per le conseguenze dei miei sbagli.
In oltre duemila anni di storia, credo che ben poche persone siano “riuscite” ad indispettire Maria SS. così sommamente buona e paziente. Il mio, penso sia un triste primato.
Naturalmente, passato quel bruttissimo periodo (le cui conseguenze pratiche si trascinano – in parte – ancora oggi) ho cercato e cerco – in tutti i modi – di mostrare Loro amore e rispetto.

Mi rivolgo – ora – a quanti mi leggono con cuore aperto: qualunque cosa vi accada, non fate l’errore che ho fatto io, ossia prendervela con Dio. Errore che mi è costato molta sofferenza e che – se non fosse stato per la Misericordia di Dio e di Maria SS. – mi avrebbe portato alla dannazione eterna.



venerdì 13 giugno 2014

No alla tristezza (Padre Pio)


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

Preghiera a S. Antonio per domandare la purità

O purissimo Sant’Antonio,
se tutti gli uomini portano il prezioso tesoro della purità
in fragilissimo vaso che corre ad ogni istante pericolo di rompersi,
o di essere rubato da scaltri nemici,
quanto non devo temere io, che da una parte conosco la mia debolezza e,
dall’altra, i pericoli a cui spesso, anche senza volerlo, mi trovo esposto!
Caro Santo, tu che
fanciullo mettesti la tua verginità
sotto la tutela di Maria Immacolata,

e fosti poi sì geloso custode di quest’angelica virtù.
da essere ognora assomigliato ad un candidissimo giglio, e stimato un vero angelo,
abbi pietà di me che sono in continue lotte col senso ribelle,
e impetrami che non abbia giammai a macchiare così bella virtù!
Tieni lontano da me tutti i cattivi pensieri, tutti i desideri sensuali, 
tutte le affezioni sregolate.
Dammi la purità della mente e del cuore; santificami così nell’anima e nel corpo.
E se il tuo solo alito ottenne ad un’anima 
che era moltissimo travagliata da impuri fantasmi e da fiere tentazioni,
la tranquillità e la calma di spirito, deh!, te ne prego,
ottieni anche a me una somigliante grazia;
non lasciarmi più a lungo esposto a fiera lotta, perché io sono debole.
Questa grazia la voglio da te, purissimo Santo, 
e, per tua intercessione, da Maria Immacolata.
Fammela per carità, perche è troppo giusto il desiderio e 
la ferma volontà mia di non offendere mai più il Signore,
e di venire un giorno a godere il premio promesso
ai puri di cuore.Amen



Le parole di S. Antonio sulla SPERANZA

La speranza.
"La speranza è l'attesa dei beni futuri. Alla disperazione manca la forza per progredire, perché chi ama il peccato non può tendere alla gloria futura. Tuttavia bisogna che la speranza non diventi presunzione, ma sia accompagnata dal timore (di Dio), che è principio di sapienza. Nessuno infatti può giungere a gustare la dolcezza della sapienza, se prima non assaggia l'amarezza del timore. Finché l'uomo spera. Dio gli concede il perdono, la grazia. Se l'uomo si pente dei suoi peccati, può sperare la dolcezza del perdono".(Sant'Antonio di Padova)



Sequeri a Sant'Antonio

Sequeri.
Il Sequeri è una forma di preghiera popolare cristiana, che la tradizione consiglia per recuperare le cose perdute.
Questa forma di preghiera, oggi meno diffusa rispetto a un tempo, deriva il suo nome dalla storpiatura del latino: "si quaeris miracula", parole iniziali del responsorio a Sant'Antonio di Padova, invocato dal popolo per trovare un oggetto smarrito.
Per tradizione popolare, tale preghiera va recitata senza interruzione per tredici volte di seguito (da cui il nomignolo "tredicina di sant'Antonio").


« Se miracoli tu brami,fugge error, calamità,
lebbra, morte, spirti infami e qualunque infermità.
Cede il mare e le catene, trova ognun ciò che smarrì,
han conforto nelle pene, vecchi e giovani ogni dì.
I perigli van lontano, la miseria se ne va;
ben lo sanno i Padovani, e chi prega, pur lo sa.
Cede il mare e le catene…
Gloria al Padre, eterno Dio,
gloria al Figlio Redentor
e, al Paraclito, il cuor mio,
canti gloria, lode e onor.
Cede il mare e le catene… »

Prega per noi, o Sant’Antonio
e saremo resi degni delle promesse di Cristo.



Preghiera a S. Antonio per ritrovare le cose perdute

Sant'Antonio è venerato - nel mondo - anche come il Santo che aiuta a trovare le cose smarrite. 
Dagli oggetti della vita quotidiana, a documenti importanti, alla stessa fede. 

La preghiera che segue è dedicata ad invocare l'aiuto di Sant'Antonio, proprio nella ricerca di quanto è stato smarrito. 

Glorioso Sant'Antonio, tu hai esercitato il divino potere di trovare ciò che era stato perduto. Aiutami a ritrovare la Grazia di Dio, e rendimi zelante nel servizio di Dio e nel vivere le virtù. Fammi trovare ciò che ho perso, così da mostrarmi la presenza della tua bontà.
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Preghiamo:
Sant'Antonio, glorioso servo di Dio, famoso per i tuoi meriti e i potenti miracoli, aiutaci a ritrovare le cose perdute; dacci il tuo aiuto nella prova; e illumina la nostra mente nella ricerca della volontà di Dio. Aiutaci a trovare di nuovo la vita di grazia che il nostro peccato distrusse, e conduci noi al possesso della gloria promessaci dal Salvatore.
Ti chiediamo questo per Cristo nostro Signore.
Amen.




I CASTIGHI PEGGIORI, DOPO IL DILUVIO


(per ingrandire, cliccare sull'immagine)



NOTA BENE: chi si sforza di rispettare i Comandamenti, 
        durante i flagelli SARA' PROTETTO dal Cielo.

NON C'ENTRO NULLA, CON L'ORIENTE!

Alcuni (IGNORANTEMENTE) hanno scritto che io seguo le filosofie e/o religioni orientali.
Ribadisco: io sono una Mistica CATTOLICA.
La new age, l'oriente, lo spiritismo e affini NON C'ENTRANO NULLA, CON ME!


"Pensa a fare il bene OGGI!" (Padre Pio)


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

IL DIVORZIO PORTA ALL'INFERNO (Padre Pio)


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

Complimentoni ai (colleghi) statali che hanno votato Renzi

Il massone Renzi (succeduto ai massoni Prodi, Berlusconi, M. Monti, E. Letta, i quali hanno sempre attaccato -  per primi  - noi statali) ci ha riservato i primi suoi "regali":
1) Trasferibilità per i dipendenti pubblici  (entro 50 km) SENZA IL CONSENSO del dipendente.
2) Stipendio bloccato per un ulteriore anno, che si sbloccherà solo qualora si trovino i fondi.
E altri ne seguiranno.


p. s. COSA VI ASPETTAVATE, DA UN MASSONE!?!





Naturalmente preghiamo per la conversione di tutti i massoni e di tutti i lontani da Dio.


mercoledì 11 giugno 2014

MONDIALI 2006: nota RISERVATA a chi percepisce la mia buona fede

Nel 2006, all'inizio dei mondiali di calcio, sentii - dalla tv - che la squadra italiana veniva presa in giro
(da vari giornali) perchè aveva alcuni calciatori assenti e/o infortunati (non ricordo bene i dettagli).
Ricordo che alcuni giornali definirono quella squadra "L'armata Brancaleone" per sottolinearne, sarcasticamente, l'inadeguatezza. Alcuni giornali stranieri, con aria canzonatoria, "consigliarono" alla squadra italiana di non partecipare proprio, per evitare una magra figura.
A quelle parole, un moto di patriottico sdegno (unitamente al fatto che mio figlio non aveva mai provato la gioia di vincere un mondiale, e lo anelava) mi spinsero a fare un piccolo voto:

"Signore, se concederai la vittoria alla cara Italia, io reciterò 50 Rosari, offrendoli per la conversione delle anime di coloro che lavorano nel mondo del calcio".

Non ebbi mistiche risposte, ma iniziai ugualmente i Rosari, appena partì quel mondiale.

Poco a poco, le frasi derisorie nei confronti dell'Italia, si affievolirono, tramutandosi - poi - in frasi di stupita ammirazione. Fino all'epilogo che sappiamo. Del quale ancora rendo grazie a Dio.
Fu una grande gioia, per me, constatare che la squadra della nostra amata Patria non venisse più derisa in quel modo insolente. E fu una grande gioia vedere la gioia che ne derivò ai miei compatrioti (anche per me e per mio figlio, naturalmente).

PRECISAZIONE: naturalmente, con questa nota non intendo dire che io sono potente. Bensì, che
LA PREGHIERA - detta col cuore - è potente. 

A proposito: VIVA L'ITALIA!

p.s. Stavolta, vinca il migliore!





MONDIALI CALCIO: il "segreto del Brasile" ; )


(per ingrandire, cliccare sull'immagine)