giovedì 31 dicembre 2015

MARIA SS. SIA UN ANNO DI GRAZIA E DI CONVERSIONE


AUGURI PER IL NUOVO ANNO CHE NASCE

Sinceri, affettuosissimi auguri a tutti voi 
(uno per uno!) e ai vostri familiari! = )
La Sacra Famiglia vi benedica copiosamente e, nel nuovo anno, vi conceda tutte le grazie a voi necessarie.

Un abbraccio carico di affetto!  Allison 

(per ingrandire, cliccare sull'immagine)

2016: IMPEGNIAMOCI A CAMBIARE IN MEGLIO


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

Regali difettosi: DUE MESI di tempo per cambiarli


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 

Sogno dimenticato

Stanotte ho dormito poco e male (le Ferite mistiche si sono fatte sentire parecchio; forse perchè sta iniziando un nuovo anno?!? E stanno continuando a farsi sentire parecchio anche in quest'ultima giornata del 2015. Speriamo di  salvare qualche altra anima sviata ) per cui non ce l'ho fatta ad annotare il sogno dell'anima purgante  che si è presentata stanotte. Non ricordo neppure se era uomo o donna. Ma so che pregherete anche per lei/lui. DIO VI COMPENSI. A stasera per gli Auguri! 
Un abbraccio. Allison





MARIA SS IL TEMPO IN CUI SONO TRA VOI STA TERMINANDO

Messaggio di Maria Santissima del 31 Dicembre 2015 al Giglio del Santo Volto.

S'è aggravato il giogo delle mie colpe, nella sua mano esse sono annodate; il loro giogo è sul mio collo ed ha fiaccato la mia forza; il Signore mi ha messo nelle loro mani,non posso rialzarmi.
(Lamentazioni 1, 14)
Si sono allontanati da te a piedi, incalzati dai nemici; ora Dio te li riconduce in trionfo come sopra un trono regale.
(Baruc 5, 6)
Cantavano un canto nuovo:
"Tu sei degno di prendere il libro e di aprirne i sigilli,perché sei stato immolato e hai riscattato per Dio con il tuo sangue uomini di ogni tribù, lingua, popolo e nazione.
(Apocalisse 5, 9)
Egli è feroce e terribile,da lui esce il suo diritto e la sua grandezza.
(Abacuc 1, 7)
Poiché, se veramente emenderete la vostra condotta e le vostre azioni, se realmente pronunzierete giuste sentenze fra un uomo e il suo avversario;
(Geremia 7, 5)

Non temete, bambini Miei, quando le prove si intensificano, ciò significa che il Padre dal Cielo sorride ed elargisce a piene mani grazie su voi, sulle vostre famiglie e sulle anime che portate al cospetto di Dio. 
Le state salvando e il prezzo a volte è alto, Miei amati bambini; ma quanto vale un'anima agli occhi del suo Creatore? 
Potreste dare un valore, una misura a questo Dono senza eguali? 
Ogni sofferenza è la salvezza di un'anima alla quale assicurate, per l'immensa misericordia del Padre, il Regno dei Cieli.
Copritela con il Sangue Purissimo e Preziosissimo di Mio Figlio, il Quale Ha sofferto per lasciarvi un'eredità senza misura, di un valore inestimabile. 
Desidero che d'ora in avanti, invochiate il Suo Sangue sopra quelle anime sviate, traviate dalle passioni terrene e lontane dalla Verità.
Con la Mia mediazione, con il Fuoco Purificatore della Fiamma d'Amore Santo e il Sangue Divino e Potentissimo di Gesù, assicurerete che la Grazia di Dio scenda fino alla fine dei tempi su ogni creatura per cui desiderate la salvezza. 
Guardo con stupore quanto, nonostante gli innumerevoli appelli divini, siate ancora lontani dal conoscere l'Amore di Dio.
Voi violate il Primo Comandamento, sostituendo Ciò che È la Verità e l'Amore in Assoluto con quello che è destinato a dissolversi rapidamente. 
Cercate la gioia nell'effimero; i vostri idoli si trasformeranno in flagelli distruttori dell' anima e, se continuerete in questa direzione, diverranno flagelli che distruggeranno ogni forma di vita sul vostro pianeta.
La Misericordia di Dio presto lascerà spazio all'Ira e nulla potrà scampare la Giustizia. 

Ma Dio, nella Sua immensa bontà, sta concedendo del tempo prezioso per la raccolta di anime, affinché in maggior numero possibile, possano essere ricondotte all'Ovile Santo.
Non sottovalutate quanto sia importante questa aggiunta, seppur breve, di tempo a vostra disposizione.

Sono gli ultimi appelli, Miei amati bambini; l'ultimo appiglio prima dell' Evento della Misericordia. 
Sono le ultime chiamate, dopodiché non Mi sarà più concesso portarvi Parole di Cielo.

Il Tempo della Grazia in cui Sono ancora tra voi sta terminando.

Accogliete il Mio appello figli Miei, chiedete la conversione dei cuori e
fedeltà alla Legge di Dio (i Dieci Comandamenti), per tutte le Sue creature.
Permettete che le accolga sotto il Manto di protezione, prima che siano perdute per sempre. 
Lasciate che vi prepariamo il posto che è vostro di diritto. 
Lottate affinché ognuno abbia la propria parte di Eredità, il proprio posto accanto ai Santi e ai Beati, poiché nell'Amore siete stati concepiti ed è ad Esso che dovete tornare.
La vita è un bene prezioso che solo il Vero Dio, l'Onnipotente, Ha potuto elargirvi.
Rendete grazie e smettete di voltare le spalle al vostro Creatore; siate consapevoli e riconoscenti per la Sua immensa bontà e misericordia. 
LodateLo e glorificateLo in Eterno assieme al Figlio e allo Spirito Santo Paraclito.
Sia questo un anno di Grazia e di conversione dei cuori.
Maria Mediatrice di tutte le Grazie e Madre della Salvezza. 

Tre tipi di persone io detesto,la loro vita è per me un grande orrore: un povero superbo, un ricco bugiardo,un vecchio adultero privo di senno.
(Siracide 25, 2)
Ecco ti nascerà un figlio, che sarà uomo di pace; io gli concederò la tranquillità da parte di tutti i suoi nemici che lo circondano. Egli si chiamerà Salomone. Nei suoi giorni io concederò pace e tranquillità a Israele.
(1Cronache 22, 9)
Perché il Signore tuo Dio sta per farti entrare in un paese fertile: paese di torrenti, di fonti e di acque sotterranee che scaturiscono nella pianura e sulla montagna;
(Deuteronomio 8, 7)

mercoledì 30 dicembre 2015

HO CHIESTO AL CIELO RAGIONE RITARDO AVVERTIMENTO


SOS dal Purgatorio La studiosa atea (UN MONITO CONTRO LA VIVISEZIONE)

(30 dicembre 2015)

Una donna di mezz’età. Capelli scuri, brizzolati e occhi di un azzurro cupo. Occhiali da vista, sguardo freddo e penetrante. Altezza media, magra. Indossava un camice bianco da lavoro. Per anni, la donna in oggetto prese parte ad esperimenti orribili (che a lei parevano del tutto leciti e legittimi, essendo atea) effettuati ai danni di poveri animali e (alcuni) addirittura su esseri umani!
I suddetti esperimenti furono pure catalogati e raccolti in piccoli volumi. Per alcuni di essi, lei e i suoi collaboratori insatanassati ricevettero addirittura dei premi!
La studiosa in questione aveva una figlia, che aveva deciso di crescere da sola, sia perché disprezzava profondamente il Matrimonio, sia perché non voleva interferenze nella sua educazione. La bambina (capelli scuri e occhi simili alla madre) nel sogno era ancora in età scolare, segno che la madre l’aveva avuta tardi, dando la precedenza alla carriera. Nei suddetti insatanassati esperimenti, la donna coinvolse anche la figlia, indottrinandola progressivamente. Mi è stata mostrata una scena in cui la figlia (sui 9 -10 anni) era nello studio della madre, e – vedendo quello che veniva fatto a quelle povere bestiole innocenti – le chiese: “mamma, ma sei sicura che sia proprio necessario?”. Al che la mamma, con lucida freddezza, le rispose (con enfasi) che era assolutamente necessario, per il progresso della scienza e dell’umanità. Cosa assolutamente FALSA. In Cielo sono inorriditi, per tali satanici esperimenti, e mi hanno confermato che essi NON FANNO ASSOLUTAMENTE PARTE DEL DISEGNO DI DIO, MA SONO ISPIRATI DA SATANA. Mi hanno confermato, altresì, che chi li effettua dovrà MOLTO SOFFRIRE, in Purgatorio, per esserne purificato (prima di accedere al Regno dei Cieli). Coloro che moriranno impenitenti, li sconteranno all’inferno, si sa.
Tornando alla studiosa atea, come se non bastasse ella cinicamente insegnò alla figlia che TUTTI sono corruttibili, se si offre loro del denaro. E, scostata una tenda, le mostrò una donna adulta (bionda) completamente nuda, che aveva accettato (per denaro) di essere esaminata (nonché fotografata e ripresa per documentare gli esperimenti effettuati su di lei) senza veli. Essendo la bambina ben più sensibile della madre (evidentemente aveva preso del padre, in quanto a sensibilità) malgrado i reiterati tentativi della donna di farle sembrare “normali” quelle mostruosità, ella ne rimase fortemente traumatizzata. Traumi che incisero pesantemente sul suo equilibrio psichico, causandole un’adolescenza ed un’età matura difficile da vivere.
La studiosa atea mi ha detto di aver scampato l’inferno per miracolo. Una sua anziana parente pregava costantemente per lei. E fu per queste ardenti preghiere, che scese su di lei la grazia necessaria al suo pentimento, prima di morire. Ella ha dovuto, naturalmente, affrontare una LUNGA E DOLOROSA purificazione nel BASSO Purgatorio, prima di ricevere la grazia di poter chiedere suffragi in sogno.
Cari lettori, benchè il Signore – nella Sua bontà – mi abbia risparmiato le scene più crude, vi assicuro che stamattina mi sono svegliata profondamente disgustata e psicologicamente scossa, dopo aver assistito ad alcuni esperimenti che non ritengo assolutamente opportuno precisare. Sto trascrivendo il sogno (dal foglietto notturno al computer) a metà pomeriggio, ed il disgusto è ancora forte, in me. Solitamente, quando io racconto i sogni a mio figlio, glieli riferisco in maniera dettagliata; ma, stavolta, naturalmente gli ho risparmiato i dettagli, cosa che lui ha vivamente apprezzato. Non sarà facile per me pregare per lei, perché quelli che si accaniscono su bestiole innocenti e indifese (nonché sugli esseri umani, naturalmente) se fosse per me, sinceramente li spedirei dritti dritti all’inferno! Ricordo che anche la buon’anima di mio padre, ne restava profondamente indignato. La buon’anima di mia madre, poi (donna sensibilissima) ne rimaneva addirittura inorridita. Ma se il Signore le ha dato il permesso di venirmi in sogno, devo accettare la Sua volontà. 
Chi di voi lo ritiene, preghi con me. Dio vi compensi.
GRAZIE A DIO, ANCHE QUEST’ALTRA ORRIBILE PIAGA SOCIALE, NELLA NUOVA EPOCA NON VI SARA’ PIU’. GLI ANIMALI, LE PIANTE (E NATURALMENTE LE PERSONE) SARANNO TRATTATI CON IL DOVUTO AMORE E RISPETTO. LODIAMONE INSIEME L’ALTISSIMO! Allison Misti


martedì 29 dicembre 2015

ANGELI CONFERMANO POTENZA CORONA DEI 7 ARCANGELI


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 



C'è anche la versione audio (mp3)

http://www.parrocchiasanmichele.eu/download/category/152-corona-dei-sette-arcangeli-e-di-maria-rosa-mistica.html

I 7 DOLORI E LE 7 GIOIE DI SAN GIUSEPPE

C'è anche la versione audio: http://www.parrocchiasanmichele.eu/download/category/157-preghiere-varie-mp3.html


I SETTE DOLORI E LE SETTE GIOIE DI SAN GIUSEPPE


Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

PRIMO “DOLORE E GIOIA”

O glorioso S. Giuseppe, per il dolore e la gioia che provasti nel mistero dell'Incarnazione del Fi­glio di Dio nel grembo della Beata Vergine Ma­ria, ottienici la grazia della confidenza in Dio. (breve pausa di meditazionePater, Ave, Gloria. 

SECONDO "DOLORE-GIOIA"

O glorioso S. Giuseppe, per il dolore che provasti nel veder nascere in tanta povertà il Bambino Gesù e per la gioia che sentisti ve­dendolo adorare dagli Angeli, ottienici la gra­zia di accostarci alla Santa Comunione con fe­de, umiltà e amore. (breve pausa di meditazionePater, Ave, Gloria. 

TERZO "DOLORE-GIOIA"

O glorioso S. Giuseppe, per il dolore che pro­vasti nel circoncidere il Divino Bambino e per la gioia che sentisti nell'imporgli il nome di "Ge­sù", ordinato dall'Angelo, ottienici la grazia di togliere dal cuore tutto ciò che dispiace a Dio. (breve pausa di meditazionePater, Ave, Gloria. 

QUARTO “DOLORE-GIOIA”

O glorioso S. Giuseppe, per il dolore e la gioia che provasti nell'udire la profezia del santo vecchio Simeone, che annunciava da una parte la perdizione e dall'altra la salvezza di tante anime, a seconda del loro atteggia­mento nei riguardi di Gesù, che stringeva Bambino fra le sua braccia, ottienici la grazia di meditare con amore le pene di Gesù e i do­lori di Maria. (breve pausa di meditazionePater, Ave, Gloria. 

QUINTO "DOLORE-GIOIA"

O glorioso S. Giuseppe, per il dolore che provasti nella fuga in Egitto e per la gioia che sentisti avendo sempre con te lo stesso Dio insieme alla sua Madre, ottienici la gra­zia di compiere con fedeltà e amore tutti i nostri doveri. (breve pausa di meditazionePater, Ave, Gloria. 

SESTO "DOLORE-GIOIA"

O glorioso S. Giuseppe, per il dolore che provasti nell'udire che regnavano ancora, nella terra di Giudea, i persecutori del Bambino Ge­sù e per la gioia che sentisti nel far ritorno nel­la tua casa di Nazareth, in terra più sicura di Galilea, ottienici la grazia dell'uniformità ai voleri di Dio. (breve pausa di meditazionePater, Ave, Gloria. 

SETTIMO "DOLORE-GIOIA"

O glorioso S. Giuseppe, per il dolore che provasti nello smarrimento del fanciullo Gesù e per la gioia che sentisti nel ritrovarlo, ottieni­ci la grazia di condurre una buona vita e di fa­re una santa morte. (breve pausa di meditazionePater, Ave, Gloria. 
________________________________________________________


by NATUZZA - La sorte eterna di DANTE ALIGHIERI


(per ingrandire, cliccare sull'immagine)



AVVISO X CHI HA GIA' RICEVUTO IL MIO UMILE CONSIGLIO


(Il mio Angelo Custode conferma, quindi va bene così.

CHI CHIAMA PAPA L'ANTIPAPA J.M.B....


(per ingrandire, cliccare sull'immagine)






INVOC. A S. MICHELE PER PROTEZIONE BEN. XVI


NATUZZA NON HA MAI DETTO CHE IL PURG. E' UNO STATO D'ANIMO




Cara Natuzza, intercedi per noi e per il mondo intero.
Specialmente per i giovani, da te particolarmente amati.

SOS dal Purgatorio - La madre egoista

(29 dicembre 2015)

Questa notte, sempre per permissione di Dio, ho sognato una donna sui 40 anni. Bruna, occhi scuri, alta, magra e di incarnato pallido. Ella visse in Italia, fino ad alcuni decenni fa, ed aveva una figlia (sui 10 -11 anni, nel sogno) occhi e capelli scuri (tagliati “alla maschietta”) alta e magra. La donna, pochi anni dopo il suo felice matrimonio, aveva perso il marito, il quale morì in un incidente d’auto, mentre tornava dal lavoro. La loro figlia era poco più che un’infante, quando il padre morì. Il marito, poiché faceva il pendolare, macinando molti chilometri al giorno, aveva insistito per stipulare un’assicurazione sulla sua vita. Quando egli morì, lasciò così un bel gruzzolo alla moglie e alla figlia, da lui molto amate. Niente di che spendere e spandere, ma avrebbero potuto vivere tranquille per un po’. La vedova, affranta, decise di isolarsi e si trasferì in una casa isolata, portando la figlioletta con sé. Iniziò poi a trascurarsi e a trascurare la figlia, limitandosi a fare e a dare l’essenziale. La bambina crebbe, quindi, con una madre in perenne lutto a fianco. Mai un sorriso, mai una coccola. Inoltre, la casa era in aperta campagna, e – dopo la scuola – ella non poteva giocare con nessun coetaneo. Era, comunque, una bambina di indole allegra. Prese a giocare con se stessa, parlando ad alta voce, mentre giocava. E apostrofava, come minuscoli compagni di giochi, i piccoli animali che le giravano intorno (farfalle, coccinelle…) e le foglie che stormivano al vento. Era una casa in aperta campagna, la loro. La ragazzina fu molto comprensiva nei confronti della madre, nel senso che non inveì mai contro di lei, vedendola in quello stato. La madre morì una decina di anni dopo, di malattia; e la figlia si trasferì da una parente di suo padre, dove visse circondata dall’affetto e dalle premure di parenti ed amici.
La madre egoista ha scampato l’inferno, pentendosi di avere volutamente isolato ed affettivamente trascurato la figlia. Si trova in Purgatorio da un po’, ed ha ora ottenuto il permesso di poter chiedere suffragi a noi viventi. 
Chi di voi lo ritiene, preghi con me. Dio vi compensi. Allison Misti

Naturalmente, preghiamo anche per TUTTE le anime purganti; in specie, per quelle che ricevono meno suffragi.


(l'immagine è puramente indicativa) 

lunedì 28 dicembre 2015

SOS dal Purgatorio - Ancora due commercianti disoneste

ANCORA DUE COMMERCIANTI DISONESTE   - 27  dicembre 2015
Questa volta, però, c’è una particolarità. Le due negozianti disoneste a me venute in sogno, erano mamma (anziana) e figlia (sui 35 anni). Ambedue vissero in Italia, e più precisamente in Campania. Esse gestirono un emporio, che vendeva un po’ di tutto. La prima a gestire il negozio chiaramente fu la madre. Poi, vi fu un secondo periodo in cui lo gestirono insieme, quando la figlia crebbe e la madre (vedova) cominciò ad invecchiare. E poi vi fu un terzo periodo in cui, morta la madre, lo gestì solo la figlia, portandosi dietro (al pomeriggio) la figlioletta in età scolare. Entrambe vendettero a caro prezzo la loro merce, fino a divenire benestanti. Ciò, acuì la loro superbia. Dai vestiti degli astanti, desumo che il negozio suddetto  fu gestito da loro dagli anni ’60 (la madre) agli anni ’90 (la figlia). Nel sogno mi è stata mostrata una scena in cui entrò nel negozio una madre che ardeva dal desiderio di comprare un giocattolo per il suo bambino (doveva essere il suo compleanno, immagino). Il bambino  (capelli e occhi scuri, pelle chiara, sguardo intelligente) indossava abiti miseri ed era visibilmente denutrito. Sua madre (sulla trentina, occhi e capelli ricci scuri, legati a coda da un fermaglio posto alla base della nuca) idem. Ella dovette crescere e mantenere il figlio da sola, poiché il padre del bambino aveva preso il volo. Ella amava il figlio con tutta se stessa, e ce la metteva tutta, per assicurargli un barlume di serenità; ma i soldi per i regali erano davvero pochi. La figlia della vecchia negoziante ( in quel momento proprietaria del negozio, in quanto la madre era deceduta qualche anno prima) vedendoli smunti e con gli abiti logori, con tono sprezzante disse alla donna che non aveva nessun giocattolo da venderle, per la misera cifra di cui lei disponeva (pochi spiccioli, in tutto). Madre e figlio, dopo una rapida occhiata ai tanti giocattoli esposti su vari scaffali, uscirono dal negozio a testa bassa e con le lacrime agli occhi. Il bimbo, già consapevole degli enormi sacrifici che la sua mamma adorata faceva per lui, non osò minimamente protestare. Appena essi uscirono dal negozio, la giovane negoziante avida, giocherellando con una delle trecce della sua bambina (sugli 8 anni, ben pasciuta, altezzosa e ben vestita) disse (con sua figlia presente) ad una sua amica venuta a farle compagnia, in negozio, per qualche ora: “ma se hanno pochi soldi, questi accattoni, perché entrano qui?!?!? Mi fanno solo perdere tempo!”. In verità, in quel frangente, ella era lì a chiacchierare con la sua amica, mentre gli scaffali del suo negozio erano alquanto polverosi, e anche il pavimento non era lindo (!). La sua amica si limitò ad annuire, evitando – per pietà dei due indigenti – di rincarare la dose. Però si guardò bene dallo spezzare una lancia in loro favore, per non perdere gli "sconticelli" che la negoziante le riservava, spesso, in cambio della sua compagnia. 
Il sogno è finito così.
La negoziante anziana, si trova ancora nel BASSO Purgatorio, dove sta scontando non solo l’aver venduto PER DECENNI la sua merce a prezzi disonesti, ma (sta scontando) anche e soprattutto l’aver indottrinato sua figlia all’avidità e al disprezzo dei poveri. 
UN MONITO, PER I NUMEROSI NEGOZIANTI DISONESTI DI OGGI 
(senza mai fare di tutt’erba un fascio, naturalmente). 
La figlia (deceduta poi sulla cinquantina) sta scontando (sostanzialmente) i medesimi peccati: prezzi disonesti, disprezzo dei bisognosi e, soprattutto, l’aver inculcato – a sua volta – a sua figlia l’avidità e la durezza di cuore.
Chi di voi ha parenti o amici negozianti – se lo ritiene – faccia loro presente che questi peccati sono GRAVI e si scontano duramente e lungamente in Purgatorio (chi muore impenitente li sconta all’inferno, si sa). Come ho già avuto occasione di dire (sapete che io sono piuttosto schietta, nel parlare) questa è una delle categorie di peccatori per cui non mi viene facile pregare. Poiché queste anime furono SPIETATE, di fronte alla difficoltà e sofferenze altrui (io e mio figlio non siamo indigenti, grazie a Dio, ma tiriamo la cinghia da ben 25 anni, per motivi analoghi alla famigliola del sogno). Ma è mio dovere di Cristiana pregare, e lo farò.
Chi di voi lo ritiene, preghi con me. Dio vi compensi. Allison Misti

 Naturalmente, preghiamo anche per TUTTE le anime purganti; in specie, per quelli che ricevono pochi suffragi.


SUPPLICA ALLA SACRA FAMIGLIA


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 


SS. MARTIRI INNOCENTI - 28 dicembre



domenica 27 dicembre 2015

by ANGELS: "L'AMORE DI DIO E DEL PROSSIMO...


My mistycal experiences - LA RELIQUIA (sogno)

                                         (la ripubblico, per i nuovi lettori)


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 


SOS dal Purgatorio - Il militare omicida e l'impiegata omicida

(26 dicembre 2015)

Eh! Sì! Per chi non ne fosse a conoscenza, a volte capita anche questo, ossia che nella stessa notte vengano in sogno due (o più) anime che hanno commesso lo stesso tipo di reato grave. In questo caso, entrambe (solitamente) mandano – sempre per permissione di Dio – un sogno più breve, per dare spazio anche all'altra anima. E’ il caso dei due sogni da me ricevuti questa notte. Ambedue gli omicidi avvennero negli U.S.A., alcuni decenni fa. Di entrambi i sogni (brevi, per l’appunto) ricordo l’essenziale. Del primo (quello del militare) mi è rimasta impressa l’efferatezza  del crimine: la vittima (un militare sui 25 anni) è morta schiacciata in un meccanismo di ferro girevole (che girava tipo betoniera, ma non era una betoniera; sembrava essere una sorta di grosso tritarifiuti, di colore verde, in dotazione a quei militari). A proposito, trattasi di militari di professione, e non di leva. Ad ucciderlo, fu un altro militare (stessa età, più o meno, ma con capelli biondastri, a differenza della vittima che li aveva scuri).
La seconda vittima era un’impiegata, uccisa (in ufficio) con due colpi di pistola in pieno petto. Ad assassinarla, fu una sua collega (entrambe erano sulla trentina; e tutte e due avevano occhi e capelli scuri ed erano alte e snelle). Le due impiegate lavoravano in quella sorta di uffici all'americana, situati in un grande stanzone e divisi l’uno dall'altro da bassi pannelli (vedi immagine acclusa).
In entrambi i casi, le vittime avevano scoperto cose scomode sui rispettivi assassini, e avevano minacciato di far loro perdere il lavoro e di farli finire in prigione per un bel pezzo.
Alla fine, i due assassini vennero scoperti, processati ed ambedue riconosciuti colpevoli (in due distinti processi, naturalmente.  Anche perché vissero in località diverse: i militari li ho visti un una zona decentrata, mentre le impiegate vivevano in città).
Comunque, tutti e due hanno scampato l’inferno, pentendosi.  
Ora si trovano in Purgatorio e, avendo ricevuto il permesso da Dio di venire in sogno a chiedere suffragi, sono in attesa delle nostre preghiere.
Chi di voi lo ritiene, preghi con me. Dio vi compensi. Allison Misti

Naturalmente, preghiamo anche per TUTTE le anime purganti; in specie, per quelle che ricevono pochi suffragi.


AFFIDAMENTO dei GIOVANI a S. GIOVANNI APOSTOLO


(per ingrandire, cliccare sull'immagine)


(Come ci riporta anche Maria Valtorta, San Giovanni Apostolo era biondo) 

SAN GIOVANNI APOSTOLO - 27 dicembre

(per ingrandire, cliccare sull'immagine)



sabato 26 dicembre 2015

Foto da me scattata il 25 dicembre 2015 con il mio cellulare...





Ho scattato la presente foto al punto preciso del soffitto 
da cui entrò l'Arcangelo Michele il 10 agosto 2006.

Non traggo alcuna conclusione. Volevo solo che 
voi che mi volete bene la vedeste. Tutto qui.
Tuttavia, è mio dovere aggiungere che, mentre titubavo 
sul pubblicarla o meno, il mio amato Angelo Custode 
mi ha tratto fuori da ogni dubbio,
esortandomi CON DECISIONE a pubblicarla. 
Cosa che io, quindi, faccio senza indugiare oltre. 
In assoluta buona fede. Allison Misti



La stessa foto, in piccolo


ALLA S. MESSA DI NATALE HO PREGATO PER VOI...

...per le vostre rispettive situazioni di vita, e per tutte le persone a voi care.
Anche per chi non ha ricevuto la mia umile risposta 
(per mancanza di tempo, data la mole dei messaggi attuali).
Volevo che lo sapeste. Un santo abbraccio. Allison 



EVENTI EPOCALI: un esempio chiarificatore (by ANGELS)


(per ingrandire, cliccare sull'immagine) 


26 DICEMBRE - SANTO STEFANO (invocazione e onomastici)




AVE ALLA SANTA FAMIGLIA DI NAZARETH





Atto di AFFIDAMENTO ALLA SACRA FAMIGLIA



RINGRAZIAMO DIO PER IL DONO DEL NATALE





GRAZIE, GESU'